Alessandra Benetatos

Founder

Ho mosso i miei primi passi professionali nell’azienda di famiglia, creata da mio padre Argyrios, di origine greca, uomo di grande spessore e capacità imprenditoriale. Devo invece la mia sensibilità ad una naturale propensione, e ad una madre attenta che mi ha avviata ad una raffinata educazione alla bellezza.

Nell’azienda di famiglia mi sono occupata in particolare dell’area Design, approfondendo gli studi in architettura a Milano e curando gli  aspetti immobiliari ed eventistici, aiutata dall’attrazione per le lingue straniere e per il contatto umano.

La passione per la ricerca e la cura est-etica mi hanno stimolata a volgere l’attenzione ad aspetti più sottili dello sviluppo umano; mi sono così dedicata ad approfondire una ricerca integrata sul benessere individuale e collettivo. Nel 2001 ho fondato così Opale, un centro olistico che negli anni ha offerto sul territorio proposte formative e culturali e ha permesso di conoscere e incontrare ricercatori, giornalisti e voci di spicco nel campo della ricerca del benessere psicofisico.

Nel tempo la mia curiosità non si è esaurita; una perseverante ricerca dei talenti creativi e un continuo desiderio di conoscenza mi hanno avvicinata ad insegnanti di massimo livello con cui ho affinato molte e diverse pratiche di consapevolezza che sono confluite oggi in Adima Made in Presence, una passione diventata impresa.

Alessandra Benetatos - Adima

La gratitudine è un solvente universale, un sentimento e una predisposizione d’animo che fa bene al cuore di ognuno,
in assonanza con lo spirito di Adima.

Grazie quindi alla Natura e all’Acqua, a tutti i miei maestri, a tutti i miei compagni di viaggio per le preziose esperienze condivise.

Grazie a Eckhart Tolle, Attilio Piazza, Sneh Victoria Schnabel, Ramateertha Deutch, Guni Baxa, Albrecht Mahr, Nestor Kornblum, Michéle Averard, Martin Brofman, Monica Maria Cavallo, Nadia Monticelli, Igor Sibaldi, Masaru Emoto, Bert Hellinger, Jako’v e Susannah Darling Khan, Vanessa Talasi Lombardi, Bertold Ulsamer, Anna Zanardi, Marina Borruso, Giulietta Bandiera, Hernan Mamani, Rosa Medina, Giulia Valerio, Anna Fabbrini, Cristina Rigamonti, Carmen Soru, Daniele Ribola ed altri ancora.

Apprendere e sperimentare accanto a voi è stata un’esperienza straordinariamente trasformativa.
A tutti voi va la mia gratitudine per gli insegnamenti e per il prezioso contributo all’evoluzione della coscienza individuale e collettiva.